admin Novembre 14, 2016 Nessun commento

In Italia sono ancora molti gli scettici riguardo l’utilizzo delle assicurazioni per la prevenzione del rischio. Quasi la meta’ della popolazione, il 48% circa, pensa che non sia necessario proteggersi contro gli imprevisti della vita. Se si guarda alle aziende pero’, la consapevolezza e’ completamente diversa. Addirittura due imprese su tre fanno ricorso alla figura del risk manager, una persona che si occupa proprio della valutazione dei rischi e di proteggere l’impresa con le polizze piu’ adeguate. Piu’ bassi i numeri se si guarda alle pmi, dove capita spesso di trovare situazioni assicurative non conformi al tipo di rischi che si corrono.

Osservando lo scenario che viene fuori dal sondaggio svolto dall’Anra (associazione nazionale responsabili assicurazioni) si percepisce una trascuratezza nell’approccio della gestione dei rischi. E’ sempre piu’ difficile trovare aziende, anche medie o piccole, che non abbiano coperture assicurative. Ma quante di queste sono adeguate alle loro reali esigenze? A dire la verita’ poche. Questo avviene perche’ la maggior parte delle assicurazioni vende un prodotto, come se la gestione dei rischi fosse secondaria e non il vero valore aggiunto della proposta.

E’ proprio qui che si deve vincere la partita. Offrendo all’impresa una consulenza specializzata, individuando le criticita’, offrendo la soluzione migliore di tutela e assistendola non solo durante la vendita, ma anche e soprattutto dopo. Una consulenza del tutto gratuita e che ti aiutera’ a valutare realmente qual e’ la situazione assicurativa della tua azienda.

 

Proteggere quello che hai costruito negli anni e’ importante. Proteggerlo nella maniera piu’ corretta e valutando con attenzione e cura quali sono i reali imprevisti che potresti incontrare nella tua attivita’. Se anche tu vuoi una consulenza assicurativa di qualita’ e gratuita, clicca QUI