admin Novembre 12, 2016 Nessun commento

La polizza vita temporanea caso morte (TCM) e’ considerata la polizza vita pura : la compagnia si assume l eventualit di pagare una certa somma ai beneficiari al verificarsi della morte dell assicurato in un determinato periodo di tempo. Nonostante questa polizza possa garantire un futuro piu’ sereno alla propria famiglia, in Italia questo prodotto e’ poco utilizzato, rispetto ad altri Paesi Europei come Gran Bretagna e Francia, nonostante il rapporto ottimo prezzo/beneficio.Le statistiche riportano che la gran parte delle polizze vita sottoscritte (spesso a caro prezzo) sono di tipo finanziario dove quest ultimo rischio viene di frequente assunto dal cliente stesso (ramo III). Al contrario, molti ritengono che un contratto in cui per qualche migliaio di euro una compagnia prende il rischio di pagare milioni di euro ai beneficiari sia caro e inefficiente.

Sorprendente la scarsa propensione a proteggere il puro rischio vita dei piccoli e medi imprenditori . Proprio l uomo-impresa, l’imprenditore che gioca il ruolo cruciale di motore insostituibile per la spinta commerciale, organizzativa e soprattutto finanziaria dell azienda, una figura dunque difficilmente sostituibile, e’ sottoassicurato per il caso in cui qualcosa lo metta in condizione di non poter piu’ apportare questi assets.

Quanto costerebbe assumere un buon direttore commerciale, un infaticabile sviluppatore, un responsabile finanziario? La societa’ ne avrebbe le risorse internamente? Gli eredi sarebbero in grado di raccogliere il ruolo magari operando in comunione con i vecchi soci? Se avviene l irreparabile mentre la societa’ e’ esposta a investimenti per macchinari, sfruttamento di marchi o piani di sviluppo e infrastrutture, chi rimane ha le possibilit di chiudere i debiti e al limite terminare l attivit in bonis? Queste ed altre domande simili fanno s che il piccolo e medio imprenditore e il professionista dovrebbero sempre avere una polizza vita che permetta al beneficiario che puo’ essere la societ stessa o i propri familiari, di far fronte immediatamente ai grandi problemi che possono giungere dalla inaspettata scomparsa di una figura chiave dell organizzazione, affinch si possano subito reclutare sostituti, chiudere linee di credito o liquidare altri soci.