admin Novembre 11, 2016 Nessun commento

Se c’e’ un modo sicuro per risparmiare e far sentire economicamente sicura la propria famiglia e’ quello della polizza sulla vita. Il concetto e’ molto chiaro agli italiani, che infatti nell’anno appena trascorso hanno stipulato piu’ polizze sulla vita rispetto a dodici mesi fa. Basti pensare che a novembre la nuova produzione di polizze vita individuali e’ salita del 7,7% rispetto allo stesso mese del 2014, attestandosi a 7,8 miliardi di euro. Da gennaio 2015 sono stati emessi nuovi premi per un valore di 89,6 miliardi di euro, il 6,3% in piu’ dei primi 11 mesi dello scorso anno. Si interrompe cos ?la tendenza al rallentamento della crescita della nuova produzione cumulata osservato nei mesi precedenti ?. Se si prendono in considerazione anche le polizze vita del campione di imprese europee, pari a 907 milioni di euro, i nuovi affari vita arrivano a 8,7 miliardi di euro e salgono dell 1,8% rispetto a novembre 2014 e a 103,9 miliardi di euro dall inizio dell anno, il 5,4% in piu’ rispetto all analogo periodo del 2014.

A novembre i nuovi premi di ramo I (assicurazioni sulla durata della vita umana), venduti dalle compagnie italiane ed extra-Ue, hanno continuato a rappresentare la maggioranza della produzione vita (il 67%). Il loro valore e’ stato pari a 5,2 miliardi di euro, con un aumento del 2,7% rispetto a novembre 2014, dopo 8 mesi di variazione negativa.

Il 33% della nuova produzione vita e’ stato rappresentato dalle polizze di ramo III (esclusivamente nella forma unit-linked), che a novembre sono salite del 29% rispetto allo stesso mese del 2014. Da gennaio il volume di nuovi affari ha raggiunto quota 27,9 miliardi di euro, in crescita del 52,5% rispetto all anno precedente.

Crescono anche le polizze stipulate individualmente. Infatti, a novembre i contributi relativi a nuove adesioni individuali a forme previdenziali hanno segnato l importo mensile piu’ alto del 2015, con 136 milioni di euro. Nei primi 11 mesi hanno raggiunto l ammontare di 1 miliardo, il 3,9% in piu’ rispetto all anno precedente.